Categorie
Articoli

Apple presenta iOS 14: App Library, Widget in Home e tanto altro

iOs 14

iOS 14 è finalmente realtà. Apple ha presentato tutte le novità del nuovo sistema operativo per iPhone che sarà disponibile per tutti in autunno. Le prime beta verranno rilasciate a breve.

Il filo conduttore di iOS 14 è la schermata home totalmente rinnovata grazie ad alcune novità come App Library e Widget. Tante anche le altre novità.

App Library

iOS 14 aggiunge una nuova funzione denominata App Library, grazie alla quale le app vengono organizzate automaticamente e non è più necessario solo la vecchia visualizzazione a cui siamo abituati. App Library è disponibile alla fine delle schermate Home. Non sono stati forniti ulteriori dettagli (proveremo subito la beta), ma a quanto pare le app verranno organizzate automaticamente in base alle loro categorie. Si può comunque scegliere quante pagine della Home Screen visualizzare, ma anche nasconderle per accedere più rapidamente all’App Library.

Disponibile anche una nuova visualizzazione ad elenco, oltre a funzionalità che permettono di ordinare più app contemporaneamente in base a modelli di utilizzo e altri parametri. Nella vista elenco, le app sono ricercabili per nome e sono classificate per tipo.

Widget

Finalmente. Su iOS arrivano i widget nella schermata Home e viene colmata una delle più grandi (e inspiegabili) lacune rispetto ad Android.

I nuovi widget offrono molte più informazioni rispetto a quelli visti fino a iOS 13 e sono accessibili non solo tramite la schermata Oggi, ma anche nella schermata Home. In particolare, con iOS 14 puoi trascinare un Widget da “Oggi” alla schermata Home, così da visualizzarlo in qualsiasi momento e proprio accanto alle icone delle app. Le icone si spostano automaticamente per fare spazio ai widget.

Gli utenti possono creare uno Smart Stack di widget, che sfrutta l’intelligenza integrata nel dispositivo per far apparire il widget giusto in base a ora, luogo e attività. Infine, esiste anche una libreria di widget, simile alla libreria delle app.

Inoltre, puoi accedere a tutti questi widget dalla “Gallery”, dove potrai anche gestire le varie opzioni di ridimensionamento.

Chiamate

Le chiamate tradizionali e FaceTime hanno un nuovo design compatto che consente all’utente di non perdere di vista ciò che stava facendo prima di ricevere, per esempio, una telefonata. Questo significa che non saremo più interrotti quando stiamo usando qualche app e arriva una telefonata.

Picture in picture

Proprio come su iPad, anche iOS 14 supporta la funzione Picture in picture che permette di continuare a visualizzare un video mentre si effettuano altre operazioni nella schermata Home o in altre app. Se stai guardando un video sul tuo iPhone e passi alla schermata principale, il video va automaticamente in PIP e puoi spostarlo sul lato per nasconderlo mentre l’audio continua a essere riprodotto. Puoi anche ridimensionare il video e spostarlo sullo schermo, in modo da poter eseguire un vero multitasking durante la riproduzione del video

Siri

Siri può richiamare i nuovi widget, inviare messaggi audio tramite Messaggi e tradurre tra più lingue. Presente anche una nuova schermata quando si invoca Siri, che ora non occupa più l’intera interfaccia. Siri è infatti rappresentato da una semplice icona fluttuante che si sovrappone alla schermata attualmente in uso. La funzione dettatura nella tastiera lavora on-device per dettare messaggi, appunti, email e tanto altro.

Le richieste di risposta di Siri saranno meno invadenti, con i dettagli e le informazioni che appariranno come caselle di notifica nella parte superiore dello schermo.

Translate

La nuova app Translate su iOS 14 consente di tradurre in maniera automatica qualsiasi conversazione e funziona completamente offline. Basta toccare l’icona del microfono e l’app tradurrà il parlato nella lingua scelta. L’app è perfettamente integrata con Siri.

Al lancio, saranno supportate queste lingue:

Inglese
Cinese mandarino
Francese
Tedesco
Spagnolo
Italiano
Giapponese
Coreano
Arabo
Portoghese
Russo
Tutte le traduzioni vengono elaborate localmente con il Neural Engine.

Messaggi

Con iOS 14, sarà possibile fissare le conversazioni più importanti in cima all’elenco, il che sarà utile per tenere sotto controllo i thread che preferiamo. Inoltre, le Memoji si aggiornano con nuove opzioni per il viso e tre nuovi adesivi. Le nuove opzioni Memoji in Messaggi sono più inclusive e diversificate, con una nuova serie di acconciature, cappelli, protezioni per il viso e tanto altro.

Per le conversazioni di gruppo, è possibile rispondere a messaggi specifici che sono anche filtrabili per facilitarne la ricerca. Le nuove mention consentiranno agli utenti di vedere solo i messaggi in cui sono stati taggati e si proseguire una sorta di sotto-conversazione. Le conversazioni di gruppo possono anche avere un’icona rappresentativa. Inoltre, l’app mostrerà anche chi è stato l’ultimo a comunicare in una chat di gruppo perché la sua immagine sarà più evidente.

Apple Maps

Apple ha assicurato che entro fine anno saranno notevolmente migliorate le mappature di Gran Bretagna, Irlanda e Canada, dopo il completamento recente degli Stati Uniti. La nuova funzione Guide mostrerà elenchi di aziende partner con informazioni dettagliate sulle singole attività (shopping, ristoranti, …) e punti di interesse (monumenti, musei, ecc…). Le guide delle città propongono un elenco curato di luoghi interessanti da visitare, creato a partire da una selezione di risorse affidabili (tra cui AllTrails, Complex, The Infatuation, TimeOut e The Washington Post):

Apple Maps aggiunge anche una nuova opzione dedicata ai ciclisti, con indicazioni sui percorsi ciclabili, altitudini e l’eventuale presenta di scale o strade molto ripide e difficoltose da percorrere in bici. La funzione sarà inizialmente disponibile solo in alcune città.

Per i proprietari di auto elettriche, gli itinerari per i veicoli elettrici includono le stazioni di ricarica lungo il tragitto in base al livello di ricarica del veicolo e ai tipi di ricarica. Apple Maps mostrerà anche strade particolarmente congestionate e zone verdi.

CarKey e CarPlay

Come anticipato nelle scorse settimane, CarKey è ufficiale. Questa funzione trasforma l’iPhone in una chiave digitale per sbloccare e avviare le auto compatibili. Si tratta di una API che potrà essere usata dai produttori di auto per consentire ai propri clienti di gestire l’auto direttamente da iPhone.

CarKey utilizza il chip NFC su iPhone e può essere anche condivisa provvisoriamente con familiari e amici. La condivisione può essere anche permanente e può essere inviata tramite l’app Messaggi. Inoltre, il proprietario dell’auto può decidere quale dai tre livelli di accesso sbloccare: solo il bagagliaio, solo le portiere o l’accesso completo all’auto (avviamento compreso). Gli inviti possono essere revocati in qualsiasi momento. Inoltre, le chiavi digitali sull’iPhone del proprietario possono essere disattivate tramite iCloud in caso di smarrimento.

Apple ha svelato inoltre la prossima generazione di chiavi digitali basate sulla tecnologia Ultra Wideband per la percezione spaziale supportata grazie al chip U1: gli utenti potranno aprire e sbloccare i futuri modelli di automobile senza togliere l’iPhone dalla tasca o dalla borsa La prima auto a supportare CarKey sarà la BMW M5 in uscita nel 2021. Questa funzione sarà disponibile anche su iOS 13.

Per quanto riguarda CarPlay, arrivano nuove opzioni per gestire gli sfondi, nuove categorie di app (incluse quelle per le ricariche EV) e opzioni per trovare facilmente parcheggi e ristoranti.

App Clips

Novità importante per utenti e sviluppatori. Gli sviluppatori potranno infatti creare delle App Clips delle loro applicazioni, per consentire agli utenti di provare queste app senza doverle installare.

In pratica, Clips scarica solo alcune parti dell’app che consentono di eseguire funzioni specifiche, anziché tutte quelle presenti in quella specifica app. Per gli utenti, questo significa che sarà possibile provare rapidamente un’app prima di procedere all’acquisto o al download completo.

Le App Clips sono associate a un particolare prodotto o business, e si caricano in pochi secondi aiutando gli utenti a completare una specifica attività, per esempio noleggiare uno scooter, acquistare un caffè o pagare il parcheggio. Sono facili da scoprire e per accedervi basta fare la scansione di un nuovo codice App Clip sviluppato da Apple, o attraverso tag NFC e codici QR, oppure condividerle in Messaggi o da Safari, con tutta la sicurezza e la privacy che gli utenti si aspettano dalle app.

Insomma, non solo delle piccole demo ma anche la possibilità per l’utente di non dover scaricare un’app solo per effettuare operazioni sporadiche come, appunto, il pagamento di un determinato servizio.

Safari

Safari offre Report sulla Privacy che permette agli utenti di vedere quali soluzioni di tracking cross-site sono state bloccate; il monitoraggio sicuro delle password aiuta a localizzare le password salvate potenzialmente coinvolte in una violazione dei dati, mentre la funzione di traduzione integrata è disponibile per intere pagine web.

App terze

Con iOS 14 sarà possibile cambiare app di default per browser Web e client e-mail. Questo significa che gli utenti potranno ad esempio scegliere Chrome come browser predefinito al posto di Safari o Outlook al posto di Mail.

App Salute

L’app Salute contiene nuove esperienze per gestire il sonno, una migliore comprensione dei livelli audio che potrebbero avere un impatto negativo sull’udito e una nuova Health Checklist, un luogo centralizzato dove gestire le funzioni di salute e sicurezza, inclusi SOS emergenze, Cartella clinica, ECG, Rilevamento cadute e altre.L’app Salute supporta ora nuovi tipi di dati per mobilità, dati sanitari, sintomi ed ECG.

App Meteo

L’app e il widget Meteo tengono gli utenti aggiornati su eventi meteorologici violenti. Inoltre, un nuovo grafico delle precipitazioni nell’ora successiva mostra le precipitazioni minuto per minuto quando è prevista pioggia.

Privacy

Tutte le app dovranno ora ottenere l’autorizzazione da parte dell’utente prima di avviare il tracking. Più avanti quest’anno, le pagine dei prodotti sull’App Store includeranno un riassunto delle politiche sulla privacy dichiarate dagli sviluppatori, in un formato intuitivo. Gli utenti potranno inoltre aggiornare il loro account a Sign in with Apple, scegliere di condividere con gli sviluppatori solo la loro posizione approssimativa, anziché quella esatta, e usufruire di una trasparenza superiore circa l’utilizzo di microfono e fotocamera da parte delle app.

Gli iPhone con iOS 14 avranno infatti un indicatore di registrazione della videocamera nella barra di stato. È una funzione simile alla luce verde della fotocamera fornita con Mac e MacBook. L’indicatore di registrazione si posizionerà nella barra superiore del display del tuo iPhone quando la fotocamera anteriore o posteriore è in uso.

App Casa

L’app Casa semplifica il controllo delle case intelligenti con nuovi suggerimenti di automazione e controlli estesi nel Centro di Controllo per un accesso più rapido ad accessori e scene. Adaptive Lighting per i sistemi di illuminazione compatibili con HomeKit regola la temperatura del colore nel corso della giornata. Inoltre, con il riconoscimento facciale on-device, i videocitofoni e le videocamere compatibili riconoscono amici e famigliari.

L’app Casa e HomeKit sono sviluppati per garantire la massima privacy: tutte le informazioni sugli accessori di domotica degli utenti sono protette tramite crittografia end-to-end.

App Dov’è

La funzione Trova il mio supporterà dispositivi e accessori di altri produttori, con il nuovo programma per accessori Trova il mio. Questo permetterà agli utenti di usare l’app Dov’è per rintracciare altri accessori importanti, oltre ai propri dispositivi Apple. La privacy dell’utente rimane centrale in Trova il mio, con la crittografia end-to-end integrata. A partire da oggi la funzione è a disposizione dei produttori di accessori.

Accessibilità

Le nuove funzioni di accessibilità includono Headphone Accommodations, che amplifica o attutisce determinate frequenze per permettere un audio più chiaro e nitido in musica, film, telefonate e podcast, e il rilevamento della lingua dei segni nelle chiamate FaceTime di gruppo, che mette in rilievo nelle videochiamate la persona che comunica tramite LIS..

VoiceOver, il lettore di schermo leader di settore per persone non vedenti, ora riconosce automaticamente ciò che viene visualizzato a schermo, per rendere ancora più accessibili app ed esperienze web a un maggior numero di persone.

Disponibilità

L’anteprima per gli sviluppatori di iOS 14 è disponibile per gli iscritti all’Apple Developer Program su developer.apple.com a partire da oggi. La beta pubblica sarà disponibile il mese prossimo per gli utenti iOS su beta.apple.com.

Le nuove funzioni software saranno disponibili in autunno come aggiornamento software gratuito per iPhone 6s e modelli successivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.